unità: Teatro alla Scala di Milano

contenuto: Oltre alla corrispondenza con la Scala, il fascicolo contiene anche carteggio correlato, tra cui quello con il prefetto di Milano, Bruno Fornaciari, per la designazione di Pizzetti a membro del Consiglio d'amministrazione della Scala e quello con il podestà di Verderio, Vittorio Gnecchi, che scrive a Pizzetti per ottenere l'inclusione di una sua opera nel programma della Scala.

Un telegramma è inviato dal "Lions club Milano alla Scala" alla moglie di Pizzetti, Irene Campiglio, in occasione della morte di Ildebrando.