manoscritto musicale: Liriche greche, traduzione di Salvatore Quasimodo

contenuto: Originale


326 x 236 mm

Con dedica "Quest'opera, dedicata ad Anton Webern nel giorno del suo sessantesimo compleanno (3 dicembre 1943), offro oggi con umiltà e devozione alla di Lui memoria. 15 settembre 1945", la partitura pubbl.: Milano, Suvini Zerboni, copyr. 1946, n. 4181; come terza parte delle «Liriche greche»: London, Eulenburg, n. 3015

Carte cucite

Vuota c. 10

A penna nera, con interventi e correzioni a matita e a penna rossa

A c. 1v., a penna rossa: "al Dr. Anton Webern, per il sessantesimo compleanno".
Per S e diversi gruppi di strumenti: Sex carmina Alcaei, una voce canenda nonnullis comitantibus musicis. Carmina Alcaei una voce canenda nonnullis comitantibus musicis (Canones diversi, motu recto contrarioque, simplices ac duplices, cancrizantes et cetera super seriem unam tonorum duodecim) 1943. – Abbozzo