Archivio storico del Comune di Lentini (SR)

via Teocle, 14
96016 Lentini (SR)
tel. 095 900441, 095 900826/27; fax 095 900455
info@comune.lentini.sr.it

Storia

L'Archivio storico comunale di Lentini, in cui si conservano documenti che risalgono al 1339, ebbe un riordino nel primo quarantennio del XIX secolo a opera del cancelliere archiviario Scapellato, che redasse l'Indice dei volumi esistenti in Archivio dal più antico a tutto il 1818, datato 11 marzo 1846.
Un secondo intervento fu eseguito nei primi anni del Novecento dall'archivista Giuseppe Carollo d'Anna, mentre negli anni Trenta l'applicato Giuseppe Messina compì diversi scarti del materiale d'archivio, divenuto nel frattempo sempre più numeroso.
Nel 1940, il Comune assunse come impiegato provvisorio con funzioni di archivista Giuseppe Scivittaro, archivista in pensione. Dopo il riordino operato da Giuseppe Scivittaro sino all'inventariazione avvenuta intorno agli anni Novanta, le carte non hanno subito grossi rimaneggiamenti.
Tale riordino dell'archivio, avvenuto dal 1995 in poi a cura della Cooperativa di servizi culturali "Il Trivio", si è reso necessario in seguito allo spostamento, avvenuto nel 1991, dell'archivio comunale dalla vecchia sede di Palazzo Perez alla nuova, presso casa Bugliarello.
Nel nuovo sito sono stati collocati anche numerosi faldoni prima sistemati presso il deposito comunale della cosiddetta "Villetta" – tra cui le carte del ritrovato fondo Beneventano – insieme a recenti donazioni come l'interessante documentazione della famiglia Bugliarello, pervenuta nel 1992 su iniziativa del professor Iannitto, erede di Alfio Bugliarello. Sebbene rimangano ancora da riordinare e inventariare documenti giacenti presso la "Villetta" e gli uffici comunali, si può affermare, tuttavia, che l'Archivio storico del Comune di Lentini è attualmente uno dei pochi Archivi in Sicilia quasi interamente riordinati.
L'Archivio storico del Comune di Lentini sorge nell'antica abitazione appartenuta alla famiglia Bugliarello, in via Teocle, nel centro storico della città, alla fine della scalinata che dalla via Regina Margherita porta al quartiere Roggio. La casa fu edificata nel XIX secolo, vi si accede da un portoncino che immette nel giardino d'ingresso, attorno al quale si distribuiscono le aperture dei vari ambienti interni. L'abitazione fu anche sede della Ricevitoria del registro di Lentini dal 1847 al 1865, anni in cui era Ricevitore Federico Bugliarello. L'immobile nel 1976 è stato venduto al Comune di Lentini che lo ha ristrutturato, stravolgendone in parte l'originario impianto, per adibirlo in un primo tempo a scuola materna. Poiché il terremoto del 13 dicembre 1990 aveva reso inagibile Palazzo Perez – vecchia sede dell'Archivio comunale – le autorità cittadine nel 1991 hanno deciso di trasferire la documentazione e gli strumenti musicali ivi conservati, presso casa Bugliarello, attuale sede dell'Archivio comunale di Lentini.

Archivio

L'Archivio storico comunale custodisce i seguenti fondi:
1. Banda musicale di Lentini;
2. Beneventano, famiglia;
3. Bugliarello, famiglia;
4. Comitato pro musica e Comitato pro Lentini di Lentini;
5. Comune di Lentini;
6. Ente comunale di assistenza (Eca).
Si segnala la collezione di strumenti musicali appartenuti alla Banda musicale di Lentini.

Consulta l'archivio

Complessi archivistici

Bibliografia

L'Archivio storico del Comune di Lentini, a cura dell'Archilabor Centro studi territoriali Ddisa, Lentini, Ddisa, 2006
http://www.lentinionline.it/programmi&recensioni/fondpisano_archivstorico.htm