Casa della Musica di Parma

Istituzione Casa della Musica. Comune Di Parma
piazzale San Francesco, 1
43121 Parma
tel. 0521 031170; fax 0521 031134
infopoint@lacasadellamusica.it

Storia

Nata nel 2002 per iniziativa del Comune di Parma e situata nel cuore della città nel quattrocentesco Palazzo Cusani, la Casa della Musica è una realtà culturale cui è affidato il compito di conservare e valorizzare patrimoni documentari della cultura musicale, di promuovere la ricerca specialistica in tale ambito e di diffonderne le acquisizioni. Alle numerose attività legate alla ricerca, all'approfondimento e alla divulgazione della cultura musicale, alla tutela e valorizzazione del suo patrimonio e delle sue collezioni, la Casa della Musica associa anche la produzione artistica, i programmi formativi e la produzione editoriale in campo librario e discografico. La Casa della Musica gestisce o ospita istituzioni musicali di altro profilo - l'Archivio storico del Teatro Regio, la Sezione di Musicologia ed il Gruppo di Acustica dell'Università degli studi di Parma, il Centro Internazionale di Ricerca sui Periodici Musicali (CIRPeM) - e servizi aperti anche ad una fruizione più ampia, quali la Biblioteca-mediateca specializzata in musica, il Museo sulla storia dell'Opera a Parma, il Museo Casa natale Arturo Toscanini e, dal 2007, la Casa del Suono, un centro dedicato al suono nella sua dimensione tecnologica, che accoglie al suo interno una preziosa raccolta di fonoriproduttori, nonché strutture dotate di innovativi impianti di riproduzione sonora e servizi dedicati alla ricerca scientifica e artistica, alla didattica e alla divulgazione.

La Casa della Musica - che nel 2005 ha assunto lo status giuridico di Istituzione comunale - è gestita da un Consiglio di amministrazione presieduto dal professor Marco Capra, titolare della cattedra di Storia della musica moderna e contemporanea all'Università di Parma.

Archivio

Archivio istituzionale Casa della Musica
Archivio del Teatro Regio di Parma
fondo Banda nazionale
fondo Clerici
fondo Ferrarini
fondo Sanvitale

Consulta l'archivio

Complessi archivistici