Centro studi musicali “Ferruccio Busoni”Empoli (FI)

piazza della Vittoria, 16
50053 Empoli (FI)
tel. 0571 711122; fax 0571 711122
csmfb@centrobusoni.org

Storia

Nel 1976 il Centro studi musicali "Ferruccio Busoni" nasce per iniziativa del Comune di Empoli e della Provincia di Firenze.
Nel 1986 il Centro "Busoni" diviene un'associazione autonoma senza scopo di lucro, i cui soci sono il Comune di Empoli e la Provincia di Firenze. Le sue finalità sono diffondere in Italia e all'estero la conoscenza della figura e dell'opera di Ferruccio Busoni; contribuire allo studio della musica del Novecento con particolare attenzione alle tematiche busoniane: pianoforte, trascrizione, teatro, estetica.

Archivio

Fondo Busoni; fondo famiglia Anzoletti; fondo Felice Boghen.
Il Centro, situato nella casa natale di Ferruccio Busoni, custodisce anche una biblioteca e un museo.

Consulta l'archivio

Bibliografia

Atti dei convegni Il flusso del tempo: scritti su Ferruccio Busoni, Milano, Unicopli, 1986.
Atti del convegno La trascrizione. Bach e Busoni, a cura di Talia Pecker Berio, Firenze, Olschki, 1987.
Collaborazione alla pubblicazione dell'edizione italiana a cura di Sergio Sablich delle Lettere di Ferruccio Busoni, Milano, Ricordi/Unicopli, 1988, nella collana "Le Sfere".
Atti del convegno Intorno a Massimo Mila, a cura di Talia Pecker Berio, Firenze, Olschki, 1994.
Atti del convegno Ferruccio Busoni e il pianoforte del Novecento, a cura di Marco Vincenzi, nella collana "Quaderni di musica/realtà", Lucca, LIM, 2001.
Atti del convegno Luigi Dallapiccola 1904-1975, a cura di Mila De Santis, nella collana "Le sfere", Ricordi/LIM, 1997.
Atti del convegno Drammaturgie musicali del Novecento. Teorie e testi, a cura di Marco Vincenzi, nella collana "Quaderni di Musica/Realtà", Lucca, LIM, 2008.
Matteo Baiera, Centro studi musicali "Ferruccio Busoni": storia e attività (1974-2009), Alma mater studiorum, Università degli studi di Bologna, DAMS, Tesi di laurea, a. a. 2009-2010.