Rete degli archivi sonori di tradizione orale

Locorotondo, 1954. Gruppo femminile di canto (Accademia nazionale di S. Cecilia, foto Alan Lomax)

Locorotondo, 1954. Gruppo femminile di canto (Accademia nazionale di S. Cecilia, foto Alan Lomax)

Il progetto “La rete degli archivi sonori di musiche di tradizione orale”, promosso dall’Associazione culturale Altrosud, d’intesa con la Direzione Generale Archivi all’interno della Convenzione Unesco sui Patrimoni Culturali Immateriali, offre, per ciascuna Regione italiana, accesso alle musiche di tradizione orale colte in una dimensione diacronica, dalle prime rilevazioni degli anni Cinquanta del secolo scorso fino ai nostri giorni.

Attiva al momento in sei regioni, la “Rete degli archivi sonori”, in continua implementazione, si propone di restituire alle comunità locali materiali sonori, audiovisivi e fotografici rappresentativi delle proprie tradizioni culturali, facilitandone la consultazione a studiosi ed appassionati sia online sia in strutture pubbliche come le sedi regionali degli Archivi di Stato o delle biblioteche pubbliche che hanno aderito al progetto.

Finora sono disponibili online le sezioni dedicate a:
Archivio Sonoro Abruzzo
Archivio Sonoro Basilicata
Archivio Sonoro Campania
Archivio Sonoro Marche
Archivio Sonoro Puglia
Archivio Sonoro Umbria

Musicisti di Viggiano (inizio XX sec.)

Musicisti di Viggiano (inizio XX sec.)

Un progetto promosso da
Altrosud

d’intesa con
Ministero dei beni e delle attività culturali
Direzione generale archivi

vai al sito