Camillo Togni

(1922 - 1993)

Biografia

Camillo Togni (Gussago, Brescia, 18 ottobre 1922 - Brescia, 20 novembre 1993) studia pianoforte con Casella, Anfossi e Benedetti Michelangeli, e composizione con Margola e Casella, laureandosi inoltre in Filosofia all'università di Pavia nel 1948 con una tesi intitolata L'Estetica di Croce e il problema dell'interpretazione musicale. Svolge un'importante attività  come concertista fino al 1958. Dal 1978 al 1988 insegna composizione al Conservatorio di Parma e, successivamente, tiene i corsi speciali di perfezionamento in composizione della Scuola di musica di Fiesole.
La sua attività come compositore è segnata dall'incontro con la musica di Schoenberg, che ascolta per la prima volta nel 1938. Se l'influenza di Schoenberg è notevolmente evidente nella Prima serenata per pianoforte (1940), le Variazioni per pianoforte e orchestra op. 27 (1945-1946) sono già sintomatiche del suo personale approccio alla tecnica dodecafonica. In seguito subisce l'influenza di Webern, e dopo la frequentazione dei Ferienkurse di Darmstadt (dal 1951 al 1957) trova una sua personale strada nell'ambito dello strutturalismo. La sua musica si distingue per la suggestiva comunicatività, l'estrema sintesi sonora unita ad una grande trasparenza, e per il suo saldo artigianato strumentale.
Muore a Brescia il 20 novembre 1993.

Consulta l'archivio

Complessi archivistici

Oggetti digitali

Prima pagina del Klavierstück op. 33a di Arnold Schönberg con annotazioni manoscritte di Camillo Togni, 1941-1943 (Fondazione Giorgio Cini, Fondo Camillo Togni) Camillo Togni, analisi del Klavierstück op. 33a di Arnold Schönberg, 1941-1943 (Fondazione Giorgio Cini, Fondo Camillo Togni) Prima pagina dello spartito autografo del Capriccio op. 38B di Camillo Togni, 1956 (Fondazione Giorgio Cini, Fondo Camillo Togni) Camillo Togni, nota introduttiva autografa al Capriccio op. 38A, 1956 (Fondazione Giorgio Cini, Fondo Camillo Togni)

Bibliografia

M. Arena e R. Cresti, La ricerca seriale nel linguaggio di Camillo Togni, in «Sonus», 1, 1989, pp. 53-68.
Carteggi e scritti di Camillo Togni sul Novecento italiano, a cura dell'Istituto per la musica della Fondazione "Giorgio Cini", Firenze, Olschki (Studi di musica veneta: Archivio Camillo Togni – Studi, I), 2001.
D. Cima, Camillo Togni: le opere, Milano, Suvini Zerboni, 2004.
M. Crepet, Il teatro espressionista di Camillo Togni, Lucca, LIM (Quaderni di Musica/Realtà, 47), 2001.
A. Trudu, La "Scuola" di Darmstadt, Milano, Ricordi, 1992.