Mauro Bortolotti

(1926 - 2007)

Biografia

Mauro Bortolotti

Mauro Bortolotti

Mauro Bortolotti (Narni, Terni, 26 novembre 1926 - Roma, 16 novembre 2007) studia pianoforte con Rodolfo Caporali, organo con Fernando Germani, composizione con Goffredo Petrassi presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Frequenta i Ferienkurse für Neue Musik a Darmstadt (1957-1968) e nel 1967 si avvicina allo studio della musica elettronica con Pietro Grossi a Firenze. Lavora anche nel campo della computer music, presso il Cnuce dell'Università di Pisa. Tra i soci fondatori dell'Associazione per la musica contemporanea Nuova Consonanza, di cui tiene per due volte anche la presidenza, Bortolotti è al centro delle vicende dell'avanguardia musicale romana del dopoguerra insieme a Mario Bertoncini, Franco Evangelisti, Antonio De Blasio, Domenico Guaccero, Daniele Paris ed Egisto Macchi. Ricopre anche la carica di direttore artistico dell'Orchestra regionale di Roma e del Lazio. Bortolotti insegna inoltre composizione sperimentale nei conservatori di Roma e di Frosinone, formando un gruppo di giovani compositori noti in campo nazionale.
Il compositore contribuisce con energia alla fondazione dell'Archivio della musica contemporanea del Centro di ricerca del Museo-laboratorio di arte contemporanea. Collabora anche con la Rai ed è membro del consiglio dei musicisti del'Istituzione sinfonica abruzzese.
Il catalogo delle sue opere comprende oltre un centinaio di lavori cameristici, orchestrali, elettronici, incluse le composizioni destinate al teatro e al balletto. Appassionato di letteratura e di poesia (tra gli autori a lui più cari compaiono Eliot, Éluard, Cummings, Berryman, Sanguineti, Pasolini, Pessoa, Bernhard, Rilke), musica le opere poetiche di diversi scrittori contemporanei. Le sue musiche sono eseguite nei più importanti centri musicali.

Archivio

Il fondo Mauro Bortolotti, conservato presso l'Accademia nazionale di Santa Cecilia, contiene: partiture (autografi, abbozzi, prove di stampa), spartiti, letteratura musicale, carteggio, nastri e dischi.

Consulta l'archivio

Complessi archivistici

Bibliografia